Abbiamo portato in Umbria la nostra idea di robotica educativa:
aperta e partecipata.

Realizziamo laboratori per costruire e programmare piccoli robot finalizzati all’apprendimento in chiave divertente e collaborativa.

Utilizzando prodotti di elevata qualità, appositamente creati per il gioco didattico avviciniamo i più giovani alla scoperta delle funzioni che svolgono i vari componenti dei kit robotici. Svolgiamo attività con i principali strumenti innovativi ad oggi presenti sul mercato come ad esempio Lego Education WeDo 2.0, Lego EV3, Mbot, Airblock, Ozobot, Little Bits, Strawbees ed altri importanti marchi di livello internazionale. Ci teniamo ad essere costantemente aggiornati con le ultime novità tecnologiche.  In questo modo è possibile conoscere le caratteristiche dei sensori, sviluppare legami disciplinari tra meccanica, fisica e informatica, organizzare i dati di un problema, effettuare ricerche, formulare ipotesi, realizzare misure ed esperimenti nell’ottica collaborativa e del lavoro di gruppo utile allo sviluppo delle strategie di problem solving.

Metodo

La robotica educativa, infatti, può essere vista come un percorso completo, durante il quale si costruisce qualcosa (robot, macchinine, strumenti, hands on), si programma con un dispositivo elettronico (coding, pensiero computazione, tecnologia), si sperimentano e verificano ipotesi e tesi (misurare distanze e tempi, pesare, confrontare, ipotizzare, trarre conclusioni, relazionare) e infine, si cresce insieme (problem solving, pensiero critico, creatività, manualità, mediazione, spirito di collaborazione).

Coding

Attraverso la robotica educativa è possibile utilizzare il coding per “parlare” con un modello meccanico e istruirlo affinché faccia qualcosa. Grazie al coding si impara a ragionare su problemi complessi, a pensare in maniera algoritmica, a trovare soluzioni, ad avvicinarsi alla conoscenza delle modalità di funzionamento dei computer.

Creatività sistematica

L’apprendimento avviene costruendo oggetti del mondo reale, in modo che i partecipanti possano vivere esperienze concrete, partecipando a processi di apprendimento. La metodologia didattica che utilizziamo può essere riassunta con la definizione: “creatività sistematica”, ovvero l’abilità di pensare in modo creativo e ragionare in modo sistematico.

Materiali Poveri

Spesso le nostre attività vedono un forte legame tra  l'elettronica educativa e il riciclo creativo di materiali poveri per dare vita a semplici robot in grado di colorare come dei veri artisti, di saltellare come cavallette, di compiere strane azioni. Partendo dal cartone, dal legno, da ritagli di stoffa e unendo a questi motori elettrici, fili, sensori e batterie diamo vita a veri e propri laboratori creativi con un taglio altamente tecnologico e innovativo. Spesso realizziamo circuiti "morbidi" con pongo o plastilina conduttiva per far divertire anche i bambini più piccoli. Esperienze eccitanti in grado di stupire davvero tutti! 

I vantaggi della nostra robotica educativa

 
  • Diventare soggetti attivi della tecnologia e non solo utilizzatori passivi.
  • Rendere appassionanti argomenti noiosi o difficili.
  • Partecipare a rafforzare il percorso sulle materia STEAM.

Collaboriamo con istituti scolastici, biblioteche, enti locali, librerie, parrocchie, organizzatori di eventi insegnanti ed educatori proponendo le nostre attività laboratoriali oppure sviluppando progetti su misura.